27 Giugno 2020

Star Wars: Episodio II – L’attacco dei cloni, storia di un flop stellare

20 Giugno 2020

Artemis Fowl, tra il p(i)attume e la noia

16 Giugno 2020

Questa Notte (prima degli esami) è ancora nostra

30 Maggio 2020

Star Wars: Episodio I – La minaccia fantasma, il passo falso di George Lucas

26 Maggio 2020

High School Musical: The Musical – La serie, They’re All In This Together

4 Maggio 2020

The Mandalorian, la Forza è con te

7 Aprile 2020

Colazione da Tiffany, un classico intramontabile

Blake Edwards dirige una Audrey Hepburn e un George Peppard in forma smagliante in questa commedia romantica datata 1961, vincitrice di 2 premi Oscar. Entrata di diritto nell'immaginario comune e nella storia del cinema mondiale, la pellicola ha come maggior pregio quello di aver creato un personaggio, quello di Holly, divenuto e ritenuto ancora oggi una vera e propria icona. Citato, copiato, amato, rispolverato in continuazione, il cult di Edwards continua ad emozionarci; pure a quasi 60 anni dalla sua uscita originale
1 Aprile 2020

La città incantata, è ancora possibile sognare

Hayao Mizayaki, maestro dell'animazione giapponese, dirige per Studio Ghibli uno dei film più importanti ed universalmente riconosciuti del genere. Un design grafico originale e magico di ambienti e personaggi, animazioni fluide ed un concept potentissimo e sviluppato divinamente arricchiscono un racconto di formazione che sfida ogni convenzione, narrando la storia di un'eroina che riesce nei propri scopi soltanto grazie alle proprie abilità. Unico anime nella storia ad aver vinto il premio Oscar, La città incantata è un capolavoro assoluto ed eterno che riesce ancora - a 19 anni dalla sua uscita originale - a far leva sulle emozioni e sulla fantasia di tutti, sia grandi che piccini
24 Marzo 2020

Lilli e il Vagabondo, altro che Il re leone

Disney + inizia la sua cavalcata e diffusione in tutte le case italiane, proponendo, nel vasto catalogo filmico, anche alcuni Originals, disponibili soltanto tramite il pagamento dell'abbonamento. Tra questi, troviamo il remake live action del classico Disney del 1955, film per famiglie ben confezionato, molto televisivo, ma impreziosito da un'immedesimazione riuscita nei pelosi protagonisti ed una colonna sonora suggestiva ed emozionante. Purtroppo, questo non basta a renderlo un film necessario
25 Febbraio 2020

Sonic, il film che sfreccia veloce

Dopo il successo di Detective Pikachu, un altro popolarissimo videogame prende vita sul grande schermo. Questa è la volta di Sonic The Hedgehog, celebre sprinter, protagonista dell'omonima serie di platform di casa SEGA. Una pellicola frenetica, divertente e coloratissima, fondalmente rivolta ai bambini e ai più giovani, ma che riesce ad intrattenere pure un pubblico maturo ed adulto. L'anima del peloso protagonista e l'interpretazione di Jim Carrey sorreggono un film che fa centro, seppur con qualche difetto
19 Febbraio 2020

Birds of Prey e la dimenticabile rinascita di Harley Quinn

Cathy Yan firma lo spin-off del celebre Suicide Squad, focalizzandosi sulla figura, rinascente e parzialmente emancipata, di Harley Quinn e su nuove comparse per un film completamente al femminile. Scene d'azione pirotecniche, un comparto visivo di tutto rispetto e una colonna sonora ritmata abbelliscono una pellicola che, da un punto di vista narrativo, ha poco e nulla, diventando ben presto un grande videogioco fumettoso
11 Febbraio 2020

Anthony Stark + Sherlock Holmes = Dolittle

Ennesimo adattamento cinematografico delle opere di Hugh Lofting, Dolittle di Stephen Gaghan, con, come protagonista, l'istrionico Robert Downey Jr., si presenta come un buon film per ragazzi e bambini, con buone intenzioni, alcuni momenti divertenti, ma con altrettanti difetti che ne minano la solidità. Primo fra tutti, una sufficiente esplorazione degli svariati personaggi
5 Febbraio 2020

Odio l’estate, Aldo, Giovanni e Giacomo vincono la partita

Al loro dodicesimo film, per la regia di Massimo Venier, Aldo, Giovanni e Giacomo, il trio comico più famoso d'Italia, confezionano un'opera sicuramente superiore alle recenti, umana, diretta, coerente, rigorosa e leggermente malinconica. Non un capolavoro, ma una commedia godibile e spensierata, in cui i tre, finalmente, ritornano ad interpretare loro stessi
17 Gennaio 2020

Jojo Rabbit, storia di un piccolo (grande) fanatico

Il regista del controverso film Marvel/Disney Thor: Ragnarok torna al cinema con una commedia nera dissacrante e satirica sul nazismo, sui suoi paradossi, controversie e stereotipi. Una commedia impeccabile da parte di un Taika Waititi, a briglia sciolta, che decide di costruire una fiaba, anche se nera ed irriverente, estremamente attuale e liberatoria
31 Dicembre 2019

Jumanji The Next Level, era proprio necessario?

Dwayne Johnson & co. tornano nel videogioco di Jumanji con questo secondo capitolo del reboot moderno del classico con Robin Williams. Un sequel assolutamente superfluo ed evitabile, a metà tra divertimento e noia e ripetizione
24 Dicembre 2019

Pinocchio, Garrone nel Paese dei Balocchi

Il regista di Gomorra - Il film, Il racconto dei racconti e Dogman interpreta, a modo suo, la fiaba tutta italiana di Collodi, già rivisitata nel 1940 dalla Disney. Interpreti d'eccezione, un comparto visivo, stilistico ed artistico strabiliante ed una freschezza nell'interpretazione fanno di questo film il must-watch nelle sale questo Natale
19 Dicembre 2019

Star Wars L’ascesa della delusione, la morte degli Skywalker

J. J. Abrams torna alla regia della saga di Star Wars, tirando le fila di una pellicola deludente, a metà tra fan fiction e grandi aspirazioni visive e narrative. Concentrato sia a riparare al mezzo disastro dell'amato/odiato Gli ultimi Jedi sia a concludere l'arco narrativo di Luke & co., L'ascesa di Skywalker non lascia nient'altro che alcuni momenti memorabili, in un miscuglio di nostalgia e mediocrità narrativa. Un completo disastro
9 Dicembre 2019

Frozen II, ma quindi questo segreto?

Dopo quasi sette anni dal successo del primo capitolo, Disney riporta al cinema il mito di Elsa ed Anna, imbastendo una vicenda fin troppo classica, giocando su un terreno ormai largamente battuto da altri prodotti del genere. Un film che avrebbe potuto regalare e raccontare molto di più