Ma lui è quello di Game of Thrones?

Brian de Palma dirige una pellicola in cui si riconosce il suo stile, ma che risulta molto old school, banale e scontata

Il grande ritorno di Brian de Palma (Mission: Impossible, Scarface) al cinema, due attori diventati famosi per una delle migliori serie degli ultimi anni: Game of Thrones (nonostante il calo di qualità); e un trailer molto accattivante. Gli elementi c’erano tutti per fare di Domino un bel thriller alla De Palma, adrenalico e ben diretto. Peccato che proprio la regia di Brian de Palma sia l’unica cosa che funziona all’interno di questo film. Il film è così disastroso che De Palma è arrivato a negarne la paternità.

Passati i primi 10 minuti, in cui si costruisce bene la tensione anche con un’ispirazione artistica e fotografica degna di nota, con scene d’azione ben dirette e climatiche, Domino sfocia nel menefreghismo, nell’anticlimax, nella noia e nella scontatezza. Il ritmo inizia, infatti, a calare e verso metà pellicola lo spettatore ha già perso qualsiasi forma d’interesse ed empatia nei confronti dei personaggi, ma, soprattutto, del protagonista. Costui è niente meno che Nikolaj Coster-Waldau – già conosciuto dal grande pubblico per essere Jaime Lannister nella serie Il Trono di Spade -, un agente di polizia che, fin da subito, appare come un completo idiota (scusate il francesismo) che, per colpa della sua stupidità. lascia a casa la pistola e ciò provoca la morte del suo collega Lars con il quale ha una relazione tipo padre-figlio. Questo è, in parte, uno dei motori di tutta la vicenda del film e, già da qui, potevo capire il livello di idiozia del film ed uscire, ma sono voluto restare in sala e sperare in un’evoluzione del personaggio e della vicenda. Povero illuso.

Tra i suoi molti alti e bassi con l’industria, Brian De Palma non era mai arrivato a disconoscere una propria opera. Almeno fino a Domino.

Fonte MYMovies.it

Il film non riesce mai, e dico mai, a trovare una propria identità. Non si sa se sia un revenge movie, perché dopo la morte del collega Waldau decide, insieme ad Alex, interpretata da Carice Van Houten (Melisandre di GOT), di trovare i responsabili e sventare questa organizzazione terroristica che vuole seminare il “panico” in tutta Europa. Non si sa se sia un film quasi di denuncia degli atti terroristici compiuti dall’ISIS e di una rappresentazione di come questi individui sono spinti ad uccidere e, in seguito, e suicidarsi in nome di un qualcosa di superiore. Non si sa se sia una citazione di De Palma ai film action old-school come Mission:Impossible (in molte sequenze, soprattutto le prime iniziali si nota un certo riferimento al caposaldo della saga con Tom Cruise, diretto da De Palma stesso). Non si sa neanche se sia un film destinato fin da subito al cinema, perché a partire dal livello delle interpretazioni, dalla colonna sonora – ripetitiva e molto fuori luogo -, arrivando alle scenografie, ai green screen (le scene in macchine OH MIO DIO) e alle coreografie di combattimento, sembra tutto molto cheap, low budget e, soprattutto, televisivo.

Uniche due note positive del film sono, appunto, la regia di De Palma – con degli zoom incredibili e climatici (quello sulla pistola su tutti), scene d’azione ben girate e un’atmosfera ben resa principalmente nella parte girata in Danimarca, fredda e misteriosa al punto giusto – e la fotografia, veramente suggestiva ed ispirata durante tutta la durata del film. Per il resto, tutto la pellicola non è altro che una costruzione fallimentare della tensione, un’approssimazione al limite del crimine e un voyeurismo anche dal punto di vista della sceneggiatura che conta molteplici colpi di scena prevedibilissimi. Insomma, un qualcosa di catastrofico.

Ah, nel film c’è anche Guy Pearce, ma il suo personaggio è così anonimo e piatto che ho preferito tralasciarlo nella recensione. Anzi, non sono neanche troppo sicuro che sia nel film.

VOTO 5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...